occhi terraLa pratica della Biodanza  permette di rinforzare la parte sana dell’individuo favorendo la connessione con gli istinti, da sempre al servizio della vita.

Generando campi concentrati di ecofattori positivi, la Biodanza permette di restaurare le basi portanti dello sviluppo, di matrice affettiva, che governano il sistema della regolazione emotiva, e di ripristinare le innate tendenze evolutive dell’individuo legate all’espressione delle potenzialità umane, nella sfera delle relazioni, degli affetti e della vitalità.

La Biodanza incarna concretamente il nuovo modello olistico o sistemico dell’uomo che afferisce alla visione dialogica dell’uomo che ha portato ormai già da un secolo alla comprensione dei termini e delle condizioni funzionali allo sviluppo integrato dell’uomo.  

Tale visione dialogica dell’essere umano, frutto dei molteplici contributi radicatisi, a partire dalla prima metà del secolo scorso, nel paradigma della complessità, ha ricomposto quel puzzle frammentato che aveva così tanto prepotentemente impregnato la concezione umana dall’età dei lumi e che ancora, nel nostro sistema societario, è dura a morire, o almeno ad aprirsi a un approccio più coerente con i riferimenti elementari della vita.

E i frutti malati di cui quest’uomo disorientato, ferito e dissociato nella percezione di sé stesso e del mondo sono ben visibili a tutti noi.

I presupposti delle attuali forme del disagio, alimentati da istanze spesso in contraddizione con le esigenze umane più autentiche – individualismo, antagonismo, efficientismo solo per citarne alcune – si innestano infatti, attraverso le relazioni, nella dimensione affettiva ed emotiva dell’individuo, condizionandone (o meglio bloccandone) i processi di sviluppo.

 La medicina psicosomatica ha da tempo rilevato come la maggior parte dei malesseri (psichici, organici ed esistenziali) abbiano in comune la stessa origine emozionale.

Il pieno benessere, la realizzazione e la pienezza esistenziale, l’espressione del genio creativo, così come l’empatia, l’amore e la coscienza etica, solo in un contesto favorevole possono trovare compimento.