La proposta di Biodanza rivolta a operatori sociali e sanitari, educatori e

professionisti della relazione di aiuto ha lo scopo di promuovere il Risultati immagini per umanizzazione delle curebenessere personale e professionale, e di migliorare le facoltà relazionali e le competenze della vita emotiva, importanti risorse che consentono di lavorare su sé stessi come strumento privilegiato di rimotivazione e prevenzione del burn-out.

L’umanizzazione nei contesti di cura che riflettono gli intenti di una sanità in continua evoluzione, afferisce alla necessità di prendersi “cura” dell’individuo nella globalità dei suoi bisogni biologici e psicologici – emotivi, affettivi e relazionali. Ciò implica una visione intersoggettiva dell’essere umano concepito nella sua singolarità e complessità nonché nella sua essenza relazionale. Un approccio sistemico assume dunque un ruolo sempre più centrale nel processo terapeutico in cui sono coinvolti i pazienti, le loro famiglie e il personale sanitario. La complessità degli interventi e le dinamiche di natura emotiva e relazionale richiedono infatti un adeguato investimento volto a incrementare il benessere, la motivazione, le risorse emotive e relazionali del personale medico e a produrre in tal modo un clima collaborativo, di fiducia reciproca e un ambiente affettivamente arricchito.